lunedì 5 dicembre 2016

Giapponese lezione 86: Interrogative indirette: mi chiedo se, mi chiedo quando, mi chiedo quanto, etc




Le frasi interrogative indirette italiane sono tutte quelle precedute da un costrutto del tipo: mi chiedo se, mi domando se, mi chiedevo quale, e così via in un incorocio di verbi ( chiedere, domandare,etc) tempi, avverbi interrogativi (quando, quale, etc) o particelle ipotetiche (se).

Potete vedere sul link dell’accademia della crusca come scrivere correttamente in italiano queste frasi: http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/sintassi-verbo-interrogative-indirette.

In giapponese questo tipo di frasi sono diversificate  tra quelle ipotetiche e quelle che hanno un pronome interrogativo.



Mi chiedo se



Prendiamo una frase in italiano: “Mi chiedo se Emi è già andata in Inghilterra.”   E la scomponiamo in due parti come al solito:

·       “Mi chiedo se” Frase interrogativa

·       “Emi è già andata in Inghilterra.“ Subordinata



Cominciamo col tradurre la subordinata:



Emi è già andata in Inghilterra.                                  えみはもうイギリスに行った。

La parte interrogativa basta aggiungerla dopo la subordinata, per una forma cortese basta aggiungere のでしょうか:



Mi chiedo se Emi è già andata in Inghilterra.            えみはもうイギリスに行ったのでしょうか。



Semplice no?

Ecco lo schema sintattico con le altre opzioni da aggiungere dopo la subordinata a seconda del tono e del livello di cortesia.



Mi chiedo se + FRASE.                                            FRASE+のでしょうか。   Formale 
                                                                                    FRASE+のだろうか。       Formale
                                                                                    FRASE+かしら。                Femminile



Ed ecco infine alcuni esempi.

                                              

Mi chiedo se Emi è già andata in Inghilterra.              えみはもうイギリスに行ったのだろうか。

Mi chiedo se lui ha preso la medaglia d’oro.                彼は(きん)メダルをとったのかな。

Mi chiedo se questo colore non sia sgargiante per me. この(いろ)(わたし)には派手(はで)かしら。



Mi chiedo + pronome interrogativo



Una frase interrogativa indiretta con il pronome interrogativo, non varia di molto. Occorre tradurre normalmente la subordinata e poi in coda si agggiunge la costruzione interrogativa coma da schema sintattico:



Mi chiedo AVV + FRASE.                                   FRASE+AVVのでしょうか。 Formale

                                                                                FRASE+AVVのかな。              Informale

                                                                                FRASE+AVVかしら。              Femminile

  

Mi chiedo quando Nobu verrà.                                 のぶはいつ来るのかな。

Mi chiedo quanto costi questo.                                 これいくらかしら。

Mi chiedo tra questi qual è il migliore.                    この中でどれが一番いいかな。


Nessun commento:

Posta un commento