mercoledì 6 aprile 2016

Giapponese (lezione 73): Sono contento di...

Sono contento di…/ Sono contento perché

Frasi di questo tipo possono essere espresse anche come causali, ad esempio “sono contento di vederti” potrebbe essere scritta senza alterarne il significato anche così: “ sono contento perché ti vedo”. Ovviamente il discorso si estende a tutti gli aggettivi di sentimento.

Ci son diversi modi per indicare questo modo di esprimersi. Il primo è quello di usare la subordinata col verbo in masu kei a cui aggiungiamo “になれて” seguito dall’aggettivo e dalla copula:

Sono “aggettivo” + verbo                                     Verbo Masukei + になれて+ “aggettivo”+です。
           
Sono contento di conoscerti.                                    あなたと知り合いになれて嬉しいです。
Anche io sono contento di conoscerti.                     私もあなたと知り合いになれて嬉しいです。
Sono molto felice di poterti incontrare ancora.        またお会いできてうれしいです。

Il verbo essere può anche essere sottinteso:

Sono contento di (essere) tuo amico.                       あなたの友達になれて嬉しいです。


Ina alcuni casi la subordinata non ha un verbo vero e proprio, ad esempio nel caso si provi un sentimento per qualcosa o per qualcuno: “sono felice per te” oppure “sono felice per la tua macchina nuova”. In questo caso, l’aggettivo di sentimento lo rendiamo avverbio aggiungendo se è un I-aggettivo o   se è un Na-Aggettivo e poi aggiungiamo il verbo 思う:

Sono “aggettivo” + verbo                                     I-Aggettivo Radice + く思う。

Sono molto felice della tua lettera                         あなたの手紙を私はとても嬉しく思います。

Nessun commento:

Posta un commento