lunedì 29 febbraio 2016

Giapponese (lezione 69): Essere capace di....



In questo post torno a parlare del verbo “potere”/“essere capace di”, nello specifico vediamo come tradurre una frase del tipo “ora sono in grado di….” . Precisamente, il verbo che rappresenta l’azione che si è in grado di fare va in forma potenziale, seguita da ように e dal verbo なる, che va coniugato a seconda del contesto. Ricordiamo che il significato di なる è “diventare” ed è un verbo molto usato come ausiliario. La costruzione per la forma cortese è la seguente:

Ora / finalmente sono capace di + Verbo                  Verbo Potenziale+ようになる。

Il figlio del vicino può finalmente camminare.  (となり)(あか)ちゃんは、(ある)けるようになります。
Presto sarai capace di camminare.                       あなたはすぐ(ある)けるようになります。

Vediamo degli esempi più articolati. Nel primo vediamo l’utilizzo di un periodo ipotetico abbinata a ようになります:
Se studi, sarai in grado di parlare l’italiano.   勉強をすれば、イタリア語が話せるようになります。

Un altro esempio, dove invece compare un elenco di azioni in successione temporale:

Dopo aver studiato per circa 3 anni, sarai capace di parlare giapponese. 三年ぐらい勉強してから、日本語を話せるようになります。

Volendo si può anche tradurre come imparare:
Lui ha imparato a nuotare.                                        彼は泳げるようになった。



giovedì 25 febbraio 2016

Giapponese (lezione 68): Fare bene o male una cosa, avere successo



Andare bene

Anche in giapponese possiamo letteralmente usare il verbo  “andare”  per indicare quando una cosa ci va bene o male. Uniamo il verbo  andare ( 行く ) con l’Na-Aggettivo上手 ( pronuncia じょうず ) che letteralmente significa “esperto”.
Andare bene :                        上手く行く


La frase poi si costruisce normalmente come da esempi.

L’esame di italiano è andato bene?                           イタリア語の試験は上手く行きましたか。

A molte persone non è andata bene.                         たくさんの人が上手くいきませんでした。

A molte persone non è andata bene.                          たくさんの人が旨くいきませんでした。

Vediamo la costruzione in una frase del tipo “penso che…”:

Il concorso penso che sia andato bene.                     試験は上手くいったと思います。

 Avere successo in qualcosa, superare, passare

Per descrivere quando abbiamo successo in qualcosa utilizziamo la parola 合格 (lettura ごうかく) che significa “successo” o “superamento”, inteso come superamento di un ostacolo o di qualcosa di pratico come un esame. Questo sostantivo è accompagnato dal verbo する ( fare):

Avere successo:                     合格する

L’argomento di cui si parla di solito è seguito da :

Ho superato l‘esame.                                                試験は合格しました。
Ho superato anche quell’esame.                               あの試験も合格しました。

Però nel caso si intenda esplicitamente “superare”, l’ostacolo “superato” è seguito da :

Ho finalmente superato l’esame.                              私はやっとテストに合格した。
Ha passato il test di ingresso.
                                  彼は入学試験(にゅうがくしけん)に合格した。


Complichiamo un po’ le cose e applichiamo questa costruzione al verbo potere.  Ci si aspetterebbe, seguendo la regola vista nella lezione 48  che il verbo “poter avere successo” sia: 合格する出来る, invece in questo caso する è sottinteso:

Poter avere successo   合格出来る

Vediamo alcuni esempi.

Sei stato in grado di passare questo test?                 あなたはそのテストに合格できましたか。
Son stato capace di superare il test.                         私はそのテストに合格できた。


giovedì 18 febbraio 2016

Giapponese (lezione 67): Uso avanzato del gerundio (Te+Iru, Te+Aru)



Premessa

Nella lezione 19 abbiamo visto la forma in Tekei e il suo uso più semplice, il gerundio. In realtà le cose son più complicate, perché usi simili possono avere significati diversi. In questo post cercherò di addentrarmi nello specifico della tekei e del suo uso con gli ausiliari いる e ある. Riprendiamo lo specchietto della Tekei:
Tekei
Informale affermativo
Formale affermativo
Informale negativo
Informale negativo(2)
Formale negativo
食べる  たべる  Mangiare
食べて
食べまして
食べないで
食べなくて
食べませんで
話す   はなす  Parlare
話して
話しまして
話さないで
話さなくて
話しませんで
歩く   あるく Camminare
歩いて
歩きまして
歩かないで
歩かなくて
歩きませんで
泳ぐ   およぐ  Nuotare
泳いで
泳ぎまして
泳がないで
泳がなくて
泳ぎませんで
呼ぶ   よぶ   Chiamare
呼んで
呼びまして
呼ばないで
呼ばなくて
呼びませんで
読む   よむ   Leggere
読んで
読みまして
読まないで
読まなくて
読みませんで
死ぬ   しぬ   Morire
死んで
死にまして
死なないで
死ななくて
死にませんで
作る   つくる  Fare
作って
作りまして
作らないで
作らなくて
作りませんで
待つ   まつ   Aspettare
待って
待ちまして
待たないで
待たなくて
待ちませんで
洗う   あらう   Lavare
洗って
洗いまして
洗わないで
洗わなくて
洗いませんで
です       Copula
でして
ではなくて

ではありませんで

Ora introduco un’altra suddivisione dei verbi ( presente anche in italiano): i verbi durativi e i verbi momentanei. Questa suddivisione è molto importante da capire perché permette di costruire il gerundio giapponese correttamente col suo ausiliario いる o ある. Purtroppo, non è una classificazione precisa in quanto molti verbi hanno entrambi i comportamenti. Inoltre ci sono verbi che richiedono del tempo (come andare 行く  ) ma che comunque sono istantanei.

I verbi durativi  継続動詞 (けいぞくどうし)

Esprimono le azioni che richiedono del tempo essere svolte e  anche gli stati come essere, sapere, stare, etc.
Esempi di verbi durativi:
食べる (たべる)        Mangiare
聞く    (きく)                        Scrivere
勉強す(るべんきょうする) Studiare
読む  (よむ)               Leggere
歩く  あるく           Camminare
走る    (はしる)         Correre
泳ぐ    (およぐ)         Nuotare
遊ぶ (あそぶ)         Divertirsi
笑う    (わらう)         Ridere
食べる                    Mangiare
読む                      Leggere
書く                        Scrivere
話す                      Parlare

I verbi momentanei o istantanei 瞬間動詞 (しゅんかんどうし)

Esprimono delle azioni che si concludono istantaneamente.
Esempi di verbi istantanei:
行く    (いく)                Andare
死ぬ    (しぬ)             Morire
入る    (はいる)         Entrare
来る    (くる)              Venire
閉まる(しまる)          Chiudersi
出る    (でる)            Uscire
帰る    (かえる)        Tornare a casa
持つ    (もつ)            Portare (visto nella lezione del verbo avere)
開く    (あく)              Aprirsi

Verbi in Tekei + ある

La forma del verbo in Tekei + ある si usa per descrivere  una condizione causata dallo svolgimento di una azione, QUINDI INDICA UNO STATO, ED È USATA SOLAMENTE CON I VERBI TRANSITIVI E DURATIVI. I verbi momentanei non possono usare questo schema sintattico.

Tabella riepilogativa dei tempi e dei modi:


                  Positivo
                            Negativo

Forma piana
Forma cortese
Forma piana
Forma cortese
Presente
Tekei +ある
Tekei +あります
Tekei +ない
Tekei +ありません
Tekei +じゃありません
Passato
Tekei + あった
Tekei + ありました
Tekei +なかった
Tekei +ありませんでした

Vediamo un primo esempio: 食べてではありません ( oppure  食べてじゃありません) lo traduciamo come “non sto mangiando” /”non mangio”  inteso come conseguenza di un fatto che ci impedisce di mangiare, poi dipende sempre dal contesto e sta a noi capire il perché.

Facciamo un altro esempio col verbo transitivo “aprire” あけます. L’oggetto da aprire è la porta e la frase  seguente:

Io apro la porta.                                                          私が戸口(とぐち)を開けます。

Rappresenta una azione svolta da me su un oggetto, in questo caso la porta. Utilizzando invece la forma in Tekei+ある per indicare lo stato in cui si trova la porta come conseguenza di qualcuno o qualcosa che l’ha aperta:

La porta è aperta.                                                        戸口(とぐち)が開けてある。           

E come potete vedere in italiano l’ho tradotta  IN FORMA PASSIVA!

A questo punto, possiamo dedurre lo schema sintattico:

X è Verbo.                                                                  X++Verbo Tekei+あります。

Vediamo altri esempi.

La foto è appesa al muro.                                       写真が す。

Verbi in Tekei +いる

La forma Tekei + いる (います se in forma cortese) è quella che nella lezione 19 ho introdotto genericamente come gerundio.
Entrando meglio nel dettaglio, questa forma è utilizzata da verbi transitivi e intransitivi, durativi e momentanei per descrivere:
·       azione in svolgimento;
·       azione ripetitiva o abituale.
·       lavoro o occupazione.
Questa forma quindi, applicabile a tutti i verbi va però interpretata in base al tipo di verbo. Lo schema generale prevede il verbo in forma Te-Kei al quale aggiungiamo il verbo いる (います se in forma cortese) che possiamo poi declinare a seconda del tempo da utilizzare e utilizzarlo al negativo.

Ecco uno specchietto:

                  Positivo
                            Negativo

Forma piana
Forma cortese
Forma piana
Forma cortese
Presente
Tekei +いる
Tekei +います
Tekei +いない
Tekei +いません
Passato
Tekei + いた
Tekei + いました
Tekei +いなかった
Tekei +いませんでした

E’ accettabile anche tradurre queste costruzioni col nostro presente indicativo, ma poi dipende sempre dal contesto. Partiamo con un esempio per chiarire la differenza tra italiano e giapponese. Se dovessi chiedere “cosa fai nella vita?” o “ Cosa stai facendo adesso”, la risposta sarebbe diversa. Nel primo caso parlo al presente ad esempio “studio giapponese.”, nel secondo caso dico “sto studiando giapponese”. In giapponese, a queste due domande differenti si risponde con la stessa identica frase (日本語を勉強しています), ecco perché  può generare confusione a noi italiani! Ora vediamo come si suddivide  il tipo di azione a seconda del verbo usato (transitivo/intransitivo o duraturo /istantaneo).

Azione in svolgimento (Verbi durativi in Tekei +いる).

I verbi durativi in tekei +いる sono tradotti col gerundio italiano. La frase spesso è accompagnata da avverbi di tempo come “adesso” o “prima” o da avverbi come “continuamente”  (ずっと) .
Sto leggendo un libro.                                 本を読んでいます。
Sto leggendo un libro di mia madre.             母の本を読んでいる。
Ieri stavo studiando italiano.                         
昨日イタリア語を勉強していた。
Sto mangiando.                                              食べています。
Ora sto mangiando.                                       今、食べています。

Stavo gridando continuamente.                    ずっと叫んでいました。

Azione ripetitiva/ abituale (Verbi istantanei e durativi  in Tekei +いる).


E’ spesso accompagnata da avverbi di tempo come ”ogni giorno”, “ogni ora” e simili. Si può costruire sia con verbi durativi che istantanei. Ed in italiano la frase è di solito tradotta al presente o al passato.

Ogni giorno mangio una  mela.                                 毎日林檎を食べている。
Ogni sera vado a letto tardi.                                       毎晩遅く寝ています。
Studio giapponese a scuola.                                       学校で日本語を勉強しています。
In Italia muoiono un sacco di persone ogni giorno per via degli incidenti stradali.イタリアでは交通事故で毎日たくさんの人が死んでいます。
Lui va a Milano ogni giorno.                                     彼は毎日にミラノへ行っている。

Le frasi seguenti, in mancanza di riferimenti al contesto o avverbi, possono essere intese sia come azione in svolgimento sia come azione ripetitiva abituale:

Stavo bevendo./ Bevo.                                   飲んでいました。
Stavo bevendo vino./Bevo Vino                                ワインを飲んでいました。
Non sto mangiando./ Non mangio.                         食べていません。
Non stavo bevendo acqua./ non bevo acqua.            水を飲んでいませんでした。
Quindi come potete notare, anche gli avverbi presenti nella frase aiutano molto a capire il senso!

Azione uno stato che dura nel tempo dovuto ad una azione. (Verbi istantanei in Tekei +いる).


Quando troviamo un verbo istantaneo in questa forma, il significato è che è stata svolta una determinata azione, il cui effetto ancora dura nel tempo, lo traduciamo al presente o al passato.

Il verbo sposarsi 結婚する (けっこんする) è un esempio classico di verbo istantaneo. Al presente significa che si ha intenzione di sposarsi in futuro, col verbo in forma tekei+iru significa che si è sposati:

Sono sposato.                    (わたし)結婚(けっこん)していました。

Con la formna negativa della Tekei signicìfica che non si è sposati:

Tanaka non è sposato.                                    田中は結婚していません。


Tanaka è a Kyoto.                                           田中は 京都 す。
Tanaka è magro.                                             田中は痩せている。           
Tanaka è in Giappone.                                    田中は日本へ行っています。

Indicare il lavoro.


Per indicare il lavoro si usa il verbo irregolare する.

Tanaka è un medico.                                      田中は す。

Forma negativa dei Verbi in Tekei +いない


L’utilizzo della forma negativa dei verbi in Tekei +いる, ha la funzione specifica di indicare una azione che ancora è stata svolta, con la possibilità che essa venga svolta più avanti. Ricordate che nella forma negativa di questo costrutto va declinato negativamente il verbo  いる. 

Ipotizziamo la domanda seguente :

Hai letto il libro?                                                        本をよんだ?

Immaginiamo due risposte negative. Quella in tekei +ある presuppone che l’interlocutore non ha ancora letto il libro, ma ha intenzione di farlo in futuro:

No, non ho letto il libro.                                             いいえ、本を読んでいない。

Se l’interlocutore aggiunge anche un “ancora”, per noi italiani il senso appare più chiaro:

No, non ho ancora letto il libro.                                 いいえ、まだ本を読んでいない。

Se invece l’interlocutore usa un presente negativo, significa che non legge il libro, ne ora ne mai:

No, non leggo il libro.                                                いいえ、本を読まない。

Il caso del verbo 知る (しる)


Il verbo知る(しる) significa conoscere, sapere. Va usato nella forma Tekei +いる perché esprime il fatto di conoscere un qualcosa appresa in un certo momento del passato. E’ una azione che dura nel tempo. Occorre prestare attenzione al negativo  che  non è 知っていない bensì 知らない.