venerdì 12 settembre 2014

Giapponese ( Lezione 11): Aggettivi


Gli aggettivi giapponesi sono divisi principalmente in due tipi, di solito suddivisi in "I-aggettivi" e "Na-Aggettivi". Non avendo visto ancora come si declinano i verbi, teniamo a mente che basta usare la forma presente sul dizionario per avere l'indicativo presente, così soiamo in grado di scrivere delle frasi complete di esempio. L’aggettivo può accompagnare un sostantivo ( ad esempio “Bevo del buon sakè”), oppure essere parte del predicato nominale (ad esempio “il sakè è buono”). In giapponese questa distinzione è fondamentale, perché cambia il comportamento.

'I' aggettivi

Questa classe di aggettivi è cosi denominata perché nella forma che si trova nei dizionari (da ora in poi detta "Jisho kei") termina sempre con い. Sono anche detti aggettivi “veri” . La maggior parte sono costituiti da un kanji + い, altri da un kanji + しい ad esempio高い che significa alto (Lettura: たかい) e 美しい (Lettura: うつくしい) che significa bello. 



Quando l’ I-aggettivo accompagna un nome  ha la funzione di attributo. In questo caso basta metterlo prima del sostantivo a cui si riferisce:

Un libro interessante.                              面白い


Prima di vedere gli esempi, faccio una breve anticipazione sul complemento oggetto, dicendo che è identificato dalla particella
を ( che ricordo, si legge "o").

Bevo del buon sakè.                         良い酒を飲む
Leggo un libro interessante.              面白い本を読む
Un bel fiore.                                     美しい
Il cielo azzurro.                               青い空。
   *  ( Molti colori sono I-aggettivi )

Passiamo al caso di un aggettivo “negativo”: in tal caso, devo declinare al negativo l'attributo sostituendo la い con くない. Ecco subito alcuni esempi sulla scia dei precedenti: Ecco subito alcuni esempi sulla scia dei precedenti:

Leggo un libro non interessante.              面白くない本を読む
Un fio
re non bello.                                  美しくない花
 

Ed ecco anche una eccezione : l'aggettivo 良い al negativo diventa 良はない ( lettura よはない, con は letto come  わ):

Bevo del sakè non buono.                 良はない酒を飲む

Passiamo ora agli I-Aggettivi utilizzati come predicato nominale. Il discorso si complica perché sono coniugati secondo lo schema seguente, dove al posto della tilde si sottintende la radice dell’aggettivo.


Positivo
Negativo

Forma piana
Forma cortese
Forma piana
Forma cortese
Presente
~
~いです
~くない
~くありません
Passato
~かった
~かったです
~くなかった
~くありませんでした
Futuro incerto
~いだろう
~いでしょう
~くないだろう
~くないでしょう
Passato incerto
~かっただろう
~かったでしょう
~くなかっただろう
~くなかったでしょう

Come potete vedere oltre ai tempi noti come il presente ed il passato, abbiamo anche delle espressioni per denotare incertezza: il futuro ed il passato, per indicare qualcosa di cui non si ha la certezza.

Ed ecco alcuni esempi di aggettivi utilizzati come predicato nominale e declinati in vario modo. Come esercizio potete provare a declinarli secondo tutte le modalità presenti in tabella. Per quanto riguarda l'utilizzo dei colori per separare le parti della frase, si evince dalla tabella di cui sopra e anche dagli esempi successivi come in giapponese la copula+ aggettivo è trattato come una unica cosa.

E’ saporito.                                            おいしい。
Non è saporito.                                      おいしくない。
Fa caldo.                                               暑い。
Non fa caldo.                                         暑くない。
E’ difficile.                                             難しい。
Non è difficile.                                        難しくない
。 

All’una va bene.                                      一時は良い
All’una non va bene.                              
一時は良くありません
Non è caro.                                            高くありません
Questo fiore è bello.                                この花は美しい
Il cielo italiano è azzurro.                         イタリアの空は青いです
Ieri faceva freddo.                                   昨日は寒かった
Il problema non è semplice.                     問題は易しくない
(Mia) madre non era dolce.                      母は優しくなかった
Questa rivista non era interessante.           この雑誌は面白くなかったです




Ricordiamoci che nella forma piana è possibile omettere la copula:

In questi giorni fa un po' freddo.                   最近は少し寒い。 

Ed ora un esempio con una sottile differenza rispetto agli altri, dove il predicato nominale è composto non più da un solo aggettivo, ma da un sostantivo+ aggettivo ( Nel caso rivedete la pagina sul predicato nominale ):

Questa non era una rivista interessante.    これは面白い雑誌ではなかった

Vocabolario
 


おいしい   
Saporito
暑い         あつい  Caldo
難しい    むずかしい Difficile 
良い  よい Buono
  さけ  Sakè
飲む  のむ Bere
面白い  おもしろい  Interessante
  ほん  Libro
読む  よむ Leggere
美しい  うつくしい Bello 
 はな  Fiore 
見る  みる  Guardare
青い  あおい  Blu
 そら  Cielo
一時  いちじ  La una
良い  よい  Buono
高い  たかい  Alto, caro prezzo
この 
Questo /a
昨日  きのう Ieri 
問題  もんだい  Compito
易しい  やさしい  Semplice
  はは Mamma 
優しい  やさしい  Dolce, tenera
雑誌  ざっし  Rivista

Utilizzati in semplici esclamazioni, gli I aggettivi possono essere privati della i finale:

E’ freddo!                         寒!
E’ caldo!                           暑!
E’ delizioso!                    旨!

Vocabolario

寒い さむい  Freddo 
暑い あつい Caldo 
旨い  うまい  Delizioso

Na-Aggettivi


Questa categoria di aggettivi è caratterizzata dalla presenza di una desidenza che finisce con la sillaba な. Sono detti  anche “quasi” aggettivi. Sono in numero minore rispetto agli I-aggettivi. Nel dizionario si presentano senza la desinenza e hanno l’indicazione di essere Na-aggettivi. Ad esempio l’aggettivo “tranquillo” nel vocabolario si presentarà come segue:

                       静か [しずか], (Na aggettivo), tranquillo

La particella な cosente inoltre di “creare” nuovi aggettivi dalle parole moderne. Ad esempio “elegante” sarà :

 エレガントな.
 
Nella forma di attributo, sono scritti con la desinenza な.  Vediamo qualche esempio come attributo:

Un bambino tranquillo.                                      静かな子供
Una stanza tranquilla.                                        
静かな部屋
Tanaka non è una persona gentile.                    田中さんは親切な人ではない


In quest'ultimo caso è difficile scorporare il costrutto giapponese  e l'ho tenuto tutto in verde.

Come predicato nominale sono scritti invece senza la desinenza な. Non vanno mai coniugati a differenza degli I-aggettivi, perché il tempo è reso dal verbo.
Fate riferimento alla per i tempi ed i modi della copula:


Positivo
Negativo

Forma piana
Forma cortese
Forma piana
Forma cortese
Presente
     だ
です
ではない
ではありません
Passato
だった
でした
ではなかった
ではありませんでした
Futuro incerto
だろう
でしょう
ではないだろう
ではないでしょう
Passato incerto
だっただろう
だったでしょう
ではなかっただろう
ではなかったでしょう



E’ conveniente.                                                便利
Non è conveniente.                                           便利ではない。 

E’ confortevole.                                              
Questa stanza è tranquilla.                               この部屋は静かですQuesta stanza non è tranquilla.                        この部屋は静かではない
Lui è gentile.                                                     彼は親切
です

Lui è stato gentile.                                               彼は親切だった
Non sono
esperto.                                           上手ではありません
                                                                             上手じゃありません
Non ero
esperto/non sono stato esperto    上手ではありませんでした
                                                                            
上手じゃありませんでした
Questa città è bella.                                            この町は奇麗
です
Il ristorante era carino.                                      レストランは
奇麗でした
Tanaka non è una persona gentile.                 田中さんは親切なではない

Vocabolario



便利   べんり  Conveniente
       らく    Confortevole 
静か  しずか Tranquillo /a
子供  こども figlio / figli
部屋  へや stanza
田中  たな  Cognome Giapponese
親切 しんせつ Intelligente
ひと    Persona 
かれ  lui
親切 しんせつ gentile
上手  じょうず esperto/a
  まち città
この  questo/a 
奇麗  きれい bello/a, carino/a
レストラン  ristorante


Aggettivi ibridi


Esistono pochissimi aggettivi, detti ibridi, che possono essere utilizzati in entrambi i modi, come I-aggettivi o Na-Aggettivi:


きい (おおきい)/ きな (おおき)  Grande

さい(ちいさい) / さな(ちいさいな)     Piccolo
  
Altri tipi di aggettivi con la particella

Ci sono alcuni Na-aggettivi che hanno un comportamento "alternativo". Infatti, in alcuni casi la terminazione な può essere sostituita da の, che segue le stesse regole di な. Diciamo che non è una vera e propria classe di aggettivi, ma semplicemente delle eccezioni alle regole viste precedentemente, oppure si possono considerare come delle costruzioni con la  particella の intesa come complemento di specificazione.

Questi aggetivi son pochi, eccone di seguito qualche esempio:
Pacifico                       平和   [へいわ]
Speciale                      特別   [とくべつ ]
Naturale                      自然   [しぜん]
 Specifico                   特定   [とくてい]

Vago, non chiaro        不明    [ふめい)]

Ecco una appplicazione:

Un simbolo pacifico ( di pace ).                              平和の象徴。


Alcuni colori sono esclusivamente No-Aggettivi, ovvero ammettono solo la particella の:

Un ombrello verde.                      緑の傘。
Un fiore porpora.                         紫の花。
Un capello grigio.                         ねずみ色の帽子。

Vocabolario
 


                 みどり  Grigio
                 かさ  Ombrello
                 むらさき  Porpora 
                 はな  Fiore
ねずみ色      ねずみいろ  Grigio
帽子             ぼうし  Cappello

 Un'altra eccezione alla suddivisione degli I-aggettivi ed  Na-aggettivi è che certi nomi o avverbi possono diventare aggettivi con l’aggiunta della posposizione の. Anche の come な decade nelle forme di predicato nominale.


たくさん Molto 
      すこし Poco 
本当  ほんとう Vero 
にせ Falso 
  はじめ Primo 
大勢  おぜい Molti, folla 

病気の          びょうきの    Malato

イタリアの                           Italiano ( e anche tutte le altre nazionalità)
Vediamo qualche esempio chiarificatore.

Storia reale.                                                          本当の話。
Molti soldi.                                                たくさんのお金。

Vocabolario

はなし Racconto, storia 
象徴  しょうちょう Simbolo
お金  おかね  Soldi


Elenco di Aggettivi

Per creare un elenco di aggettivi, bisogna sempre stare attenti alla tipologia: infatti a seconda che siamo in presenza di i aggettii o na.aggettivi le regole cambiano.

Per gli I-aggettivi la “い” finale va sostituita con “~くて” che può decadere in “く”;
Per gli Na-aggettivi si aggiunge alla radice “で”.

L’aggettivo che alla fine chiude l’elenco, si comporta normalmente secondo la sua tipologia. Tra un aggettivo e l'altro si può mettere la virgola. Ecco alcune frasi di esempio!

La tua famiglia è simpatica e bella.                        あなたの家族がきれいで良いです
Questa mela è grande, rossa e buona.                  この林檎はきくて、赤くて、美味しいです
 
Questa casa è bella e silenziosa.                            この家は綺麗で静です
L’auto nuova
è silenziosa e veloce.                      新しい車は静で速いです
Un bambino piccolo e carino.                                小くてかわい子供
La mela era rossa e buona.                                     林檎は赤くて美味しい
です
La città era bella e tranquilla.                                 町は奇麗で静でした
La bici di Suzuki
è bella e nuova.                          すずきの自転車は新しくて綺麗

Vocabolario

家族 かぞく  Famiglia
綺麗  きれい  Bello, simpatico
良い  いい  Bello, buono
林檎  りんご  Mela
大きい  おおきい Grande
赤い  あかい  Rosso
美味しい  おいしい  Saporito
  いえ  Casa
  しずか  Silenzioso
新しい  あたらしい  Nuovo 
  くるま  Macchina, automobile 
速い  はやい  Veloce
小さい  ちいさい  Piccolo
かわい   Carino
子供  こども  Bambino
  まち  Città
自転車  じてんしゃ  Bicicletta


Aggettivi "costruiti "

Non è detto che per ogni aggettivo italiano sia presente il corrispettivo giapponese. Prendiamo ad esempio la parola “affamato”. In giapponese esiste l’aggettivo derivante dalla parola inglese hungry ハングリー e l’onomatopeico ぺこぺこ. Ma in realtà sarebbe:

お腹が空いた

che tradotto letteralmente sarebbe "avere lo stomaco vuoto", "svuotato".

  • Stomaco = お腹 (おなか)  
  • Svuotare = 空く    (すく)

Per assetato vale più o meno la stessa cosa:

喉が渇いた

Che tradotto letteralmente sarebbe avere la gola assettata,asciutta.

  • Gola = 喉 (のど)
  • Essere assetato = 渇く(かわ)
La particella が è opzionale e può essere omessa in contesto confidenziale.

Vediamo qualche esempio.

Sei affamato vero?                 お腹が空いたですか。
Non sono affamato.               お腹が空いていない。
Ero affamato.                        腹が空いていた。
Non ero affamato.                 お腹がすいていなかった。

Aggettivo 良い 



L’aggettivo 良い dal significato di “buono” e visto in qualche esempio, è un I-aggettivo  dal comportamento irregolare. Nella forma del dizionario lo si trova con una doppia lettura, cioè よい e いい. Di seguito la sua declinazione.


Positivo
Negativo
Forma piana
Forma cortese
Forma piana
Forma cortese
Presente
いい
よい
いいです
よいです
よくない
くありません
Passato
かった
かったです
くなかった
くありませんでした
Futuro incerto
いいだろう
よいだろう
いいでしょう
いでしょう
くないだろう
くないでしょう
Passato incerto
かっただろう
かったでしょう
くなかっただろう
くなかったでしょう



Altra particolarità, quando tra il sostantivo e  l’aggettivo 良い è presente la particella , lo traduciamo come “abbastanza buono”.



Questo è abbastanza buono.                                     これでいい。

Domani va abbastanza bene.                                    明日でいい。

Aggettivi dai verbi

Può capitare infine di trovare degli aggettivi derivati dai verbi, e li troviamo in Tekei o in Takei. Anziano/a : prendiamo il verbo invecchiare 年とる (lettura としとる), coniugato al passato in Takei diventa年とった, che si può tradurre come anziano:

una persona anziana. 年とった人。


Nomi dagli aggettivi



Consideriamo le seguenti frasi in italiano:
·        Il sole è caldo;
·        Il ferro caldo brucia
·        Oggi sento il caldo

La parola “caldo” nelle due frasi ha un ruolo molto diverso, nella prima è un predicato nominale, nella seconda un aggettivo e nella terza un complemento oggetto, un nome.
In italiano è scritto sempre nello stesso mmodo mentre in giapponese abbiamo già visto la distinzione tra predicato nominale ed aggettivo. Ebbene, esiste anche un terzo modo per utilizzare gli aggettivi come sei sostantivi, come nel caso del complemento oggetto della terza frase, basta aggiungere     alla radice dell’aggettivo,  nle nostro caso 暖かい (あたたかい) diventa 暖かさ. Per gli na aggettivi vale la stessa regola.


Nessun commento:

Posta un commento