mercoledì 10 settembre 2014

Giapponese ( Lezione 8): Verbo essere - Predicato Nominale in giapponese

Per prima cosa facciamo un piccolo ripassino di grammatica. In italiano il predicato nominale esprime attraverso il verbo essere (detto in questo caso copula) una qualità od uno stato del soggetto, attraverso un nome o un aggettivo. 

Nella frase "Lui è bravo",  "è" rappresenta la copula e "bravo" il predicato nominale. Stesso discorso se al posto di un aggettivo utilizziamo un nome, ad esempio: " Mio padre è un insegnante".
Il predicato nominale in giapponese non richiede nessuna particella identificativa mentre il verbo che in giapponese rende la copula è です, e da molti  viene fatto coincidere col verbo essere anche se non è la stessa cosa. Per comodità di apprendimento si può comunque pensarla così.

Nella tabella successiva è presente la declinazione presente/passata,  positiva/negativa, piana / cortese (ricordate dalle lezioni precedenti, la formula piana si usa verso persone con cui si è in confidenza, la cortese da utilizzare quando si parla con persone sconosciute od estranee o "superiori" se mi passate il termine) della copula.
Incrociando le varie voci è possibile trovare la copula corretta per completare la frase.




Positivo
Negativo

Forma piana
Forma cortese
Forma piana
Forma cortese

Presente

         

        です

ではない
1) ではありません 

2)  じゃありません

 
Passato



      だった


       でした


ではなかった


ではありませんでした

Da notare e ricordare che per le voci suddette la sillaba は si legge come わ .

Vediamo ora alcuni esempi pratici, utilizzando i tempi ed i modi indicati nella tabella, variando i sostantivi in modo da imparare e prendere dimestichezza con le parole. Vedrete nelle frasi seguenti per la prima volta anche la particella は, che tratterò bene nel prossimo post. Per ora basta sapere che essa identifica il soggetto. Utilizziamo i colori per associare le varie parti delle frasi.

Io sono italiano.                                               私はイタリア人。  (Forma piana)
                                                                      私はイタリア人です。 (Forma cortese)


Scomponiamo  la frase appena scritta, almeno in questo post che è il primo in cui vediamo delle frasi intere anche se semplici.


私は= Io  - soggetto
イタリア
= italiano - predicato
だ/
です = sono - copula

Io non sono americano.                                 私はアメリカ人ではない
                                  私はアメリカ人じゃありません
                                 私はアメリカ人ではありません
Non sono Tanaka.                                           田中ではありません


Il mio nome è Tanaka.                                  名前は田中です
Come potete notare da questa ultima frase, anche nel Giapponese il soggetto può essere sottinteso, manca infatti il soggetto "io" (私は). Continuiamo con gli esempi.

Questo è un libro.                                              これは
Tanaka era un dottore.                                 田中さんは医者だった
                                                                    
田中さんは医者でした
Tanaka non era un dottore.                              
田中さんは医者ではなかった
                                                                      
田中さんは医者ではありませんでした


In questa frase, poiche stiamo parlando di una terza persona, si può aggiungere un titolo onorifico dopo il cognome, ed ecco che Tanaka diventa Tanaka- San. Continuiamo con gli esempi. 

Il cane è un animale.                                         犬は動物です
Questa è una penna.                                          これはペンです
Lui era un dottore.                                            かれは医者だった


Se notate, negli esempi sono stati inseriti solo dei sostantivi mentre ho trascurato gli aggettivi che vedremo nei prossimi post.

Vocabolario

わたし Io
イタリア人 いたりあじん Italiano/a.
アメリカ人  あめりかじん americano/a 
田中 たなか Cognome tipico giapponese
これ        Questo
本           ほん Libro
医者  いしゃ Dottore, medico
 犬 いぬ Cane
動物 どうぶつ Animale
雑誌 ざっし Rivista
ペン Penna 
かれ  Lui



Forma ipotetica



La forma ipotetica è quella utilizzata per esprimere supposizione, incertezza e frasi del genere.



Presente affermativo forma piana:      だろう

Presente affermativo forma cortese:  でしょう



Vedremo nel dettaglio più avanti l’uso di questi modi e tempi.


Elenco di predicati nominali

Per elencare una serie di predicati nominali si usa la la particella で. Vediamo subito degli esempi. In italiano l'elenco può essere separato dalla congiunzione e o dalla virgola, mentre in giapponese di solito dopo で si mette la virgola. 
 
Quello è un libro, questa una rivista.                                   あれはこれは雑誌です
Questa è una macchina fotografica, quello un computer.     これはカメラ
あれはコンピュタです
Mari è americana e Mii è giapponese.                                 マリさんはアメリカ人
みいさん日本人です
(Mio) padre è impiegato, (mia) madre insegnante.               父は会社員母は教師

 

Vocabolario
 

あれ             
Quello
本                ほん Libro 
雑誌           ざっし Rivista 
これ        
Questo
カメラ        
Macchina fotografica
コンピュタ    
Computer
アメリカ人 あめりかじん Americano 
日本人     にほんじん Giapponese
父           ちち (Mio) Padre
会社員     かいしゃいん Impiegato
母            はは (Mia) Madre, Mamma
教師          きょうし Insegnante



Forma informale

Se ci troviamo in un contesto amichevole o in famiglia, possiamo rendere ancora più brevi le frasi utilizzando dei modi di dire molto informali:per i maschi basta aggiungere なあ alla fne della frase, per le donne は, coin o senza copula.

Sono felice.                                                                    嬉しいなあ。
                                                                                       嬉いは。

Sono contento.                                                               仕合わせだなあ。
                                                                                       仕合わせだは。







































Nessun commento:

Posta un commento